La bellezza è una delle parole più abusate e meno comprese. È anche qualcosa di molto personale e intimo. Potrei dire che le mie opere rappresentano la mia idea di bellezza: equilibrio ottenuto nel caos o bilanciamento di elementi diversi, semplicità, forme primitive.

Forse la bellezza è un ritorno alle cose più importanti: forme definite, cose comprensibili, le sensazioni dell'infanzia.
Nell'astrazione non c'è incomprensibilità: forse l'astrazione è lo stato più semplice delle cose, ma siamo troppo abituati a vivere in modo complicato e non lo vediamo più.

Sono un architetto, fotografo, editore, professore universitario, artista e illustratore italiano.
Uso parole, immagini, segni come linguaggi - architettonico, fotografico, artistico o letterario - per comunicare.

Contatti: Website | Twitter | Facebook | Instagram